LEGGI

101 segreti sulla
Divina Commedia.

In viaggio con Dante,
tappa per tappa
                           

venerdì 29 luglio 2016

101 segreti sulla Divina Commedia!

Buongiorno a tutti e ben ritrovati!
Ben ritrovati dopo una lunga pausa, di cui mi scuso, ma purtroppo quest'ultimo periodo è stato davvero fitto di impegni.
Parte di questi impegni però, sono stati finalizzati alla conclusione di un lavoro che personalmente ritengo molto importante (almeno per me): dopo 4 ANNI DI RICERCHE E DI DURO LAVORO, finalmente sono riuscito a pubblicare un libro a cui tenevo da moltissimo tempo.
Si tratta di questo:





GRATIS per 
KINDLE UNLIMITED



Detto in poche parole, si tratta del racconto del viaggio di Dante, descritto passo passo, come in un romanzo. E con in più delle tappe di chiarimento di alcuni concetti-chiave (molto poco noti) lungo il cammino.
Il tutto realizzato con un linguaggio che ho cercato di rendere il più gradevole e scorrevole possibile, pur senza rinunciare per niente alla completezza.

Tutti sappiamo che, nonostante siano trascorsi 700 anni, la Divina Commedia riesce ancora ad appassionare e ad attirare a sé tantissimi lettori. Cosa meritatissima, perché siamo di fronte ad un vero e proprio capolavoro!
La storia della Commedia è straordinaria, è bellissima. Se solo la si potesse seguire passo passo, senza farsi bloccare dalle inevitabili difficoltà derivanti dal linguaggio del Trecento, dalla forma poetica e dai tanti riferimenti storici e cronachistici, e se solo non si dovesse ricorrere ogni volta all'uso di un commento (cosa che rende la lettura faticosissima!) sono sicuro che tutti verrebbero coinvolti dal racconto di quel tale Dante che si perde nella selva oscura e che percorre i tre regni dell'oltretomba!
Se si potesse leggere e gustare appieno la Divina Commedia senza perdersi dietro a tutte le mille difficoltà di cui sappiamo, potremmo davvero gustare questo straordinario fantasy del passato!
Ovviamente, l'espressione "fantasy" è corretta fino ad un certo punto, perché all'epoca di Dante, la gente, ad un tipo di mondo simile a quello descritto nel Poema, a quel tipo di aldilà, ci credeva davvero. E' noto, per esempio, il commento che alcune donne veronesi fecero una volta vedendo passare Dante davanti a loro. "Vedete", disse una di loro, "quello che va all'inferno, e torna quando gli piace, e reca quassù novelle di coloro che si trovano laggiù?”. E un'altra rispose: “È sicuramente vero: infatti, non vedi come ha la barba crespa e il colorito bruno, per il caldo e per il fumo che c'è laggiù?”. E pare che il Poeta, sentedole, e sapendo che quelle donne credevano a quello che dicevano, sorrise e andò avanti. Così racconta almeno il Boccaccio.

Oggi, noi possiamo apprezzare meglio quel racconto, che era una fiction, certo, ma che pure nasceva da uno spirito ed un intento sinceri. Un racconto che mescola realtà e fantasia, che unisce storia e mitologia, che pur essendo ispirato a valori cristiani, dà vita e corpo a mostri ed eroi della cultura greco-romana, da Minosse al Minotauro, da Cerbero a Caronte, da Ercole ad Ulisse, da Medusa alle Arpie; e che dà spazio a tutti i grandi personaggi del passato e del presente (il presente di Dante ovviamente!), da Cesare a Carlo Magno, da San Tommaso a San Francesco, da Giustiniano a Traiano, da San Domenico a San Bonaventura; e che riesce a far assumere a persone umili, semplici e poco note, come gli amici, le donne, i conoscenti e i parenti del Poeta, altissimi valori simbolici: prima fra tutti Beatrice, naturalmente; ma anche Forese Donati, Piccarda, Cacciaguida, Farinata degli Uberti, Brunetto Latini, ecc.. 
Nella Commedia c'è tutto! Non manca quasi niente! C'è la poesia (Guido Guinizelli, Betrand de Born, Arnaut Daniel, Guittone d'Arezzo, ...), l'arte (Oderisi da Gubbio, Guido da Bologna, le sculture del Purgatorio, ...), la musica (Casella, Belacqua, ...), la filosofia (Aristotele, Platone, Empedocle, ...), la teologia (San Tommaso, Alberto Magno, Gregorio Magno, ...), i personaggi biblici (Adamo, la Vergine, Salomone, ...). E poi, c'è la danza, c'è la politica, c'è la storia. C'è l'amore. Quello tra Dante e Beatrice, innanzitutto, descritto con espressioni e toni quanto mai concreti, a volte con durezza, altre con profonda ed intensa tenerezza. C'è quello di Forese e Nella.
C'è l'amore -sbagliato, per Dante, ma pur sempre straordinario- di Paolo e Francesca, o di Didone ed Enea. Cla passione, il sesso: Semiramide, Cleopatra, Pasifae, ecc..
Non manca davvero nulla!

E' davvero un peccato che quest'opera così bella debba restare confinata nelle stanze degli studiosi o nelle mura delle scuole!
Io credo che non siano pochi quelli a cui piacerebbe conoscere il racconto di Dante. Così come credo che non siano pochi quelli che vorrebbero conoscere i significati nascosti, i simboli, i tanti riferimenti del Poema. 
Virgilio, Farinata degli Uberti, Brunetto e altri erano dei magnanimi. Ma chi erano i magnanimi?
Chi o cosa era il Veltro?
Chi era il DCV?
Chi, i Bianchi e i Neri?
Quando si svolge effettivamente il viaggio di Dante? E quali sono i riferimenti interni che ci chiariscono, ora per ora, il passaggio da un momento all'altro?
E il contrapasso (piuttosto che contraPPasso) era un'invenzione di Dante?
C'erano stati altri che avevano scritto di viaggi nell'aldilà prima di lui?
E qual era, alla fine, lo scopo di quel viaggio? Perché Dante viaggia nell'aldilà?

È a tutte queste domande, e a molte altre, che ho voluto cercare di rispondere nel mio libro.
Ovviamente, con Dante non è possibile essere esaustivi. Su di lui e sulla Commedia sono state scritte biblioteche di libri!
Certamente, il mio libro non è esaustivo. Molto ancora c'è da scrivere, da scoprire, da imparare.
Il mio libro è per tutti, anche per chi di Dante non sa veramente quasi nulla. Ma per chi volesse approfondire, sono state inserite centinaia di note e una bibliografia vastissima.

Spero davvero che possiate apprezzarlo!

Prima di concludere e di salutarvi, riporto l'indice: 


Indice generale


Introduzione
1. La selva oscura
2. Le tre fiere e l'incontro con Virgilio
3. Il Veltro
4. L'Antinferno e gli Ignavi
5. Il contrapasso
6. Caronte
7. Le anime del Limbo e gli spiriti magni
8. Virgilio
9. Minosse
10. I lussuriosi
11. I Golosi
12. Bianchi e Neri
13. Gli avari e i prodighi
14. Gli iracondi e gli accidiosi
15. La Città di Dite e lo scontro con i diavoli
16. Gli eretici
17. I magnanimi
18. Virgilio spiega la struttura dell'Inferno
19. Il Minotauro e la discesa nel burrato
20. I violenti contro il prossimo e il Flegetonte
21. I violenti contro sé stessi: suicidi e scialacquatori
22. Il sabbione infuocato
23. I violenti contro Dio
24. Il Veglio di Creta
25. I sodomiti - Brunetto Latini
26. I sodomiti - I tre fiorentini
27. Gli usurai
28. Il volo di Gerione
29. Malebolge
30. I Ruffiani e i Seduttori
31. Gli adulatori
32. I simoniaci
33. Gli Indovini e i maghi
34. I barattieri
35. La data del viaggio
36. Gli ipocriti
37. I ladri
38. I consiglieri di frode - Ulisse e Diomede
39. I consiglieri di frode - Guido da Montefeltro
40. I Seminatori di discordia
41. I falsari
42. I giganti
43. Il lago Cocito e i traditori
44. I traditori dei parenti
45. I traditori della patria o del partito - Bocca degli Abati
46. I traditori della patria o del partito - Il Conte Ugolino
47. I traditori degli ospiti
48. I traditori dei benefattori
49. Lucifero
50. Dall'Inferno al Purgatorio - L'origine dell'Inferno
51. La spiaggia del Purgatorio - Catone
52. La spiaggia del Purgatorio - Casella
53. Antipurgatorio - Gli scomunicati
54. Antipurgatorio - I pigri
55.Antipurgatorio - I negligenti morti in modo violento
55.1. L'incontro con gli spiriti
55.2. Il valore delle preghiere
56. Antipurgatorio - L'incontro con Sordello
57. L'Italia
58. Antipurgatorio - I principi negligenti
59. L'angelo portinaio e la porta del Purgatorio
60. Il Purgatorio: la struttura e gli exempla
61. I superbi
62. Gli invidiosi - Sapìa
63. Gli invidiosi - Guido del Duca e Rinieri da Calboli
64. Gli iracondi del Purgatorio
65. Impero e Chiesa
66. Gli accidiosi del Purgatorio
67. Il sogno della femmina balba
68. L'Amore e l'ordinamento del Purgatorio
69. Gli avari e i prodighi - Adriano V
70. Gli avari e i prodighi - Ugo Capeto
71. Gli avari e i prodighi - Stazio
72. I golosi del Purgatorio
72.1. Gli spiriti
72.2. Il corpo delle anime e la generazione dell'uomo
73. I lussuriosi del Purgatorio
74. Il Paradiso terrestre - Matelda
75. Il Paradiso terrestre - La processione mistica
76. Beatrice
77. Il Paradiso terrestre - Il rimprovero di Beatrice
78. I peccati di Dante
79. Il Paradiso terrestre - La trasformazione del carro
80. La profezia del DXV
81. Il volo verso il Paradiso
82. Dante e il Paradiso
83. Gli spiriti mancanti ai voti
83.1 Le macchie lunari
83.2 Piccarda e Costanza
83.3 Questioni teologiche
84. Gli Spiriti attivi per il bene
84.1 Giustiniano e Romeo di Villanova
84.2 La morte di Cristo
84.3 La creazione degli elementi
85. Guelfi e Ghibellini
86. Gli Spiriti amanti - Carlo Martello
87. Gli Spiriti amanti - Cunizza, Folchetto, Raab
88. Gli spiriti sapienti - San Tommaso e San Bonaventura
89. Gli spiriti sapienti - Salomone
90. Gli Spiriti combattenti per la Fede
91. Firenze
92. Gli Spiriti giusti
93. Gli spiriti contemplativi
94. Stelle fisse - Trionfo di Gesù e di Maria
95. Stelle fisse - San Pietro, San Giacomo, San Giovanni
96. Stelle fisse - Adamo
97. Stelle fisse - L'invettiva di San Pietro
98. Il Primo Mobile
99. L'Empireo - La candida rosa e San Bernardo
100. L'Empireo - La visione di Dio
101. Perché Dante viaggia nell'aldilà (e scrive la Commedia)
BIBLIOGRAFIA

Un caro saluto a tutti.
Buone vacanze e ... alla prossima!


4 commenti:

  1. Ciao, incuriosito ho acquistato il tuo libro. Spero di aver presto tempo per leggerlo.
    Non ho più visto tuoi interventi in merito ai prodotti della famiglia Angela....in effetti è tutto abbastanza stazionario a parte il nuovo "format" di "Stanotte a..." che personalmente ho gradito molto. Da appassionato di Dante, cose ne pensi della puntata su Firenze?
    A presto!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Marco, e bentoranto qui.
    Intanto ti ringrazio per aver acquistato il mio libro. Spero davvero che possa piacerti.
    Una curiosità: hai preso il cartaceo o l'ebook?
    Poi fammi sapere cosa ne pensi, e magari, se vuoi, scrivimi una piccola recensione su Amazon. Solo se ti è piaciuto però!!! (Scherzo ;)).

    Sì, sugli Angela non ho scritto più perché sto aspettando che inizino le nuove stagioni. Prima dell'inizio vorrei commentare le vecchie.
    Però, devo dirti che sinceramente l'ultimo Ulisse non mi è piaciuto quasi per niente.
    La puntata su Alessandro MAgno l'ho trovata letteralmente PIETOSA! Fanno una puntata su un generale e non fanno una, che sia una, animazione delle sue battaglie. Boh? Pure su Annibale non avevano esagerato, ma almeno qualcosa c'era. Qui, niente. Valli a capire.
    Non parliamo della puntata su Neanderthal e Sapiens. Cioè, sempre le stesse cose, trite e ritrite. E così via.
    Anche su Superquark non ho un giudizio positivo. Gradevole nell'insieme, ma privo di qualunque approfondimento. Vabbè che è sempre stato così, ma ora si esagera. Però, l'età diPiero può giustificarlo (un po' meno il suo stipendio: 700 o 800.000 euro l'anno).
    Non parliamo del riferimento, nell'ultima puntata, ad uno speciale sulla Musica di cui doveva parlare "alla fine" e di cui poi non ha detto nulla.
    Ma li rivedono i programmi prima di mandarli in onda? Boh!
    Non so se c'è stato qualche spot alla fine. Io non l'ho visto. Tu?
    Stanotte a ... purtroppo non l'ho ancora visto. Anzi, ti ringrazio per avermelo segnalato.

    Un caro saluto.
    A presto.


    RispondiElimina
  3. Ciao, sicuramente non mancherò di recensire il tuo libro, come faccio (quasi) sempre con i libri che acquisto su Amazon. Ovviamente il mio back ground a livello di letteratura non è molto vasto da poter dare dei giudizi "tecnici", però mi hanno incuriosito la tua presentazione e la buona recensione che ho trovato su Amazon. Ho comprato l'e-book perché la mia compagna sta cercando di "convertirmi" ai libri digitali.....ma di solito, almeno per quelli che mi piacciono, poi finisco di comprare anche il cartaceo!!
    Pur amando l’informatica, quanto a libri e musica, il “supporto” mi piace ancora!
    Quando ad Ulisse, ammetto anche io un calo di interesse. Proprio la puntata su Alessandro Magno della scorsa stagione mi piacque poco. Ho trovato le altre meglio realizzate (nonostante la presenza di temi già trattati come i deserti o l'uomo preistorico). Nel complesso sono belle anche le puntate in stile "Sereno Variabile" che presentano una regione o una città (Napoli, Sicilia, Puglia, Veneto, ecc…..ora ci sarà il Canada) ma non incontrano molto i miei gusti…..preferirei che fosse trattata una vicenda storica o un personaggio, piuttosto che una Regione con storia, usi, costumi, ecc. come se fosse un "libro di geografia delle medie".
    Su SuperQuark, mi trovi un po' in disaccordo. Il livello di approfondimento è buono in rapporto al tempo che viene dedicato ad ogni servizio…..purtroppo il programma deve essere “veloce” per scelta redazionale e solo ad Alberto Angela sono concessi spazi di 15 minuti…...gli altri redattori si devono accontentare di massimo 6 o 7 minuti. Certo, si potrebbe fare di meglio, per esempio eliminando il documentario naturalistico di apertura (bello ma ripetitivo nei temi) e dedicando quei 30 minuti magari ad un servizio storico di Alberto Angela o ad un reportage approfondito su un tema di attualità……penso che gli ascolti non ne risentirebbero.
    Comunque anche questa (breve) edizione mi è piaciuta ed ho trovato debole solo l’ultima puntata con troppi servizi “istituzionali” (com’è bello il Mose, fatevi la protesi acustica e mangiate pochi grassi!!!!) che erano francamente poco appetitosi.
    Anche io ho notato la stranezza dell’annuncio fatto in apertura in merito alla serie dedicata alla musica.….di cui non si è detto nulla in chiusura……..probabilmente quando è stata registrata l’introduzione della puntata c’erano aspettative diverse per quanto riguarda gli accordi con la rete: fatto sta che di Quark non c’è traccia nei palinsesti RAI dell’autunno e del Natale…..quindi si vedrà nel 2017. Cosa strana questa della musica, ma potenzialmente interessante. A questo punto c’è da chiedersi, però, se mai ci sarà.
    Mi trovi impreparato sul compenso di Piero Angela; non so quale sia la tua fonte, ma oggettivamente non mi sembra verosimile in rapporto al tempo di presenza in video…...credo che i tempi dei compensi d’oro siano finiti un po’ per tutti, soprattutto per quanto riguarda la tv giornalistica……...e poi bisogna anche contare il fatto che gli Angela sono famosi e apprezzati ma non è che facciano gli ascolti di Montabano…anzi, tutt’altro. Comunque se mi sai indicare la tua fonte, una lettura ce la darei, sono pur sempre un’economista ed i numeri mi intrigano!!!!!
    Alla prossima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sullo stipendio del buon Piero questo è solo uno dei tanti link che puoi trovare in rete:

      http://www.iltuosalario.it/main/stipendio/stipendiovip-politici/personaggi-tv

      Alberto prende una cifra simile.
      Credo lordi, ma comunque siamo su cifre abbastanza lontane dalle mie!!!

      Sono d'accordo con te sul fatto che si potrebbe elimianre il documentario naturalistico, anche se ormai è un "classico".

      Un caro saluto.

      Elimina

Ti potrebbe interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...