LEGGI

101 segreti sulla
Divina Commedia.

In viaggio con Dante,
tappa per tappa
                           

venerdì 30 agosto 2013

Gli Speciali Superquark 2013 - 2014 saranno sul cervello!


Il video tratto dal canale Rai di Youtube

Leggi anche Il declino degli Speciali Superquark.


Ieri scrivevo che probabilmente i prossimi Speciali Superquark natalizi saranno dedicati, come al solito, alla storia.

Macché! Piero Angela ci ha fatto una sorpresa e, del tutto inaspettatamente, ha deciso di dedicarli invece al cervello!
Cioè, ad un argomento scientifico!

Forse, a molti questa sorpresa sarà piaciuta molto! L'avranno trovata interessante ed attraente!
Saranno rimasti stupiti ed affascinati!
Premesso che l'argomento "cervello" è sicuramente intrigante, a me però quella sorpresa non è piaciuta affatto, e sostanzialmente per due motivi:

1 - perché alla scienza, che è certamente l'argomento principe di Superquark, viene già riservata la sostanza  delle puntate estive. Compare sì, anche lì, qualche pizzico di storia, ma il succo principale di ogni puntata è decisamente composto dalla scienza e dalla tecnologia.
Gli Speciali erano concepiti appunto come degli  ... "Speciali", cioè delle puntate particolari, dedicate ad argomenti inconsueti.
E la storia, da questo punto di vista, rappresentava un ottimo ingrediente di diversificazione! 

2 - perché il cervello è sicuramente un argomento interessantissimo ed intrigante. Ma è anche un argomento su cui Superquark è tornato sopra già tantissime volte. D'accordo, ora farà delle puntate più organiche, più strutturate, più complete, però ... l'hanno già toccato troppe volte!

E poi, sinceramente, 3 puntate (se saranno 3) sullo stesso argomento (sì, una su come funziona il cervello, un'altra sulle nuove tecnologie, ecc.), ... boh!
Dite le vostra!


Ma perché hanno fatto questa scelta?
Forse perché non avevano più materiale decente (sceneggiati, documentari, ecc.) da sfruttare per la storia?
Forse perché hanno visto gli scarsi risultati dell'anno scorso con la puntata su Cromwell, e hanno deciso di puntare su materiale più appetibile? 
Forse perché hanno avuto qualche fondo in meno e le puntate sulla storia costavano troppo? 
O forse solo perché "gli girava così", perché avevano voglia di cambiare, di stupire?

Vabbè! Per lo meno speriamo che ci saranno molte animazioni, molti effetti virtuali, una colonna sonora decente, solo filmati inediti, e soprattutto tante notizie nuove!

Ne riparleremo a puntate concluse. L'anno prossimo!

Per ora, saluti a tutti,
E alla prossima!

10 commenti:

  1. A me l'argomento sembra interessante!
    Certo, anche fare altre puntate sulla storia non sarebbe stato male!

    RispondiElimina
  2. Superquark è contro l'omeopatia.
    è contro tutte le scienze alternative!
    è una forma di controllo del potere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me non piace l'accanimento di Angelacontro l'omeopatia, ma credo che esso nasca da convizioni reali.
      Un saluto.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  3. non credo che questi sul cervello saranno come i soliti.
    magari qualche animazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè, ce lo auguriamo.
      Un saluto, ciao!

      Elimina
    2. http://www.corriere.it/cronache/07_novembre_28/Omeopatia_De_Bac_8a4031dc-9d79-11dc-bac3-0003ba99c53b.shtml

      Elimina
  4. Riesumo questo vecchio intervento di un anno fa a margine della recente edizione estiva di Super Quark. Visto che nel tuo blog hai dedicato spazio soprattutto agli Speciali natalizi, suppongo che sarai deluso anche da quelli annunciati per il prossimo inverno. Anche questa volta niente storia, anzi la presentazione della scorsa settimana è stata abbastanza generica e un po’ “confusa”. Ma questa volta anche niente Natale, visto che la messa in onda dei due (e non tre come di consueto) Speciali è prevista per il 21 e 28 gennaio 2015. Mi dispiace in quanto le puntate natalizie di SuperQuark hanno sempre avuto, secondo me, un’identità appunto “Speciale” anche per il periodo di messa in onda. Però è ormai evidente che il filone è esaurito e che, dal punto di vista delle puntate monotematiche, ormai si brancola un po’ nel buio. Staremo a vedere cosa ci propongono questi speciali “fuori standard”. Sul versante dell’edizione estiva appena conclusa (sempre più breve pure quella, ormai siamo alle 9 puntate), il programma si conferma un prodotto unico nel suo genere per qualità e vastità dell’informazione trattata. Quest’anno peraltro molto “svecchiato” con più spazio dedicato ai redattori più giovani e più rubriche in studio (assolutamente inutile quella del Prof. Jannini sulla sessualità ma molto bella quella tenuta dal Dott. Cingolani). Nel complesso un Piero Angela in forma e visibilmente divertito nel condurre il programma. Nuovo anche lo studio, sebbene a mio giudizio mal riuscito: un discutibile tentativo di coniugare arredamento classico e futuristico. Alcuni “angoli” (come quello sugli esperimenti di Paco Lanciano) ben riusciti, altri decisamente “plasticosi” e per nulla gradevoli. Bellissima la sigla. Ascolti in linea con la tendenza (non eccellente) degli ultimi anni ma migliori rispetto al 2013. Annunciate per il 2015 anche due puntate sperimentali di un programma nuovo in prima serata su Rai Uno dal titolo “Una notte al museo”, che saranno condotte da Alberto Angela: speriamo che almeno il figliol prodigo riesca a trovare nuovi spunti di creatività. Alla prossima!!!! Marco78

    RispondiElimina
  5. Ciao. E grazie di nuovo per essere intervenuto.
    Ho appena scritto un nuovo post in proposito.
    Personalmente ho apprezzato il nuovo studio.
    Per il resto, condivido quello che tu dici!

    Un caro saluto, e alla prossima!

    RispondiElimina

Ti potrebbe interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...