LEGGI

101 segreti sulla
Divina Commedia.

In viaggio con Dante,
tappa per tappa
                           

mercoledì 28 agosto 2013

Recensione: I Savoiardi. Storia tragicomica di una dinastia!


Nelle librerie si può trovare un libro piccolo (159 pag.) ma simpatico!
Si tratta de “I savoiardi”, di Maria Pagnini.
Attenzione: nulla a che vedere con i famosi biscotti né con ricette di cucina!
Si tratta di un libro di storia!

Il titolo Savoiardi fa riferimento ai Savoia, cioè alla ricca, nobile e spesso discussa famiglia che ha avuto l'onore di riunificare l'Italia.
In realtà, il libro è dedicato a soli quattro esponenti della famiglia, e cioè a quegli unici che hanno ricoperto la carica di re: Vittorio Emanuele II, Umberto I, Vittorio Emanuele III e Umberto II.


Maria Pagnini 
I savoiardi
storia tragicomica di una dinastia

Uscita: 4 aprile 2013

Casa Editrice: Guanda
Prezzo
: 13 euro

Il volume, pur non essendo molto grande, è ricco di notizie, informazioni e curiosità. È giusto dire che alcune di esse possono risultare già note a chi ha letto altri testi sul Risorgimento o sui Savoia. Tuttavia l'autrice sa mescolare gli ingredienti al punto giusto, condendo bene la documentazione e i dati con l'ironia. Dato l'argomento infatti, non è difficile trovare occasioni per farsi qualche sana risata (per non piangere ovviamente! Non a caso il sottotitolo del libro è “Storia tragicomica di una dinastia”!).
Mi era ignoto, personalmente, per esempio, l'epiteto di “Badoglione coglione” dedicato a Badoglio che si trovava inciso nelle zone della Prima guerra Mondiale (p.81). Ma questo è solo un esempio: ci sono altre curiosità ed aneddoti.
I protagonisti sono descritti nelle loro caratteristiche fisiche e psicologiche. Umberto II, per esempio, “aveva le guance cascanti, le labbra cascanti e la bocca un po' aperta” (p.30). Vittorio Emanuele II “usava poco l'italiano perché era il primo re d'Italia” (p.13)
La psicologia dei personaggi si può ricavare anche dalle frasi riportate (credo, in molti casi, opportunamente modificate)
sotto forma di discorso diretto e inserite qua e là, nei punti più opportuni. Tutto da gustare, per esempio, è il simpatico scambio di battute tra Vittorio Emanuele III e i soldati a p.81!

Naturalmente insieme ai quattro re, potremo veder rivivere le gesta degli altri attori delle vicende italiane tra l'Ottocento e il primo Novecento, a partire da Cavour, Mazzini, Garibaldi, ecc.. E di ognuno si potranno conoscere i contrasti e i rapporti con i re.

Ultima notazione: il testo è molto preciso storicamente: per esempio riporta con esattezza l'elenco dei cosiddetti “alleati” della Seconda Guerra Mondiale: sfido chiunque a citarli tutti!

Il libro è composto da 4 capitoli, uno per ogni re, più una cronologia finale.

Saluti

Alla prossima!


7 commenti:

  1. I Savoia? No comment!

    RispondiElimina
  2. La storia d'Italia ha sempre fatto ridere. Quando non piangere!

    RispondiElimina
  3. Ma perché? I politici di oggi sono meglio di quelli di allora?

    RispondiElimina
  4. I politici di oggi fanno ridere più di quelli di allroa! Questo è certo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispondo per tutti, visto che il tono è lo stesso!
      Che dire? Le radici italiane stanno lì!

      Grazie per i commenti.

      Saluti!

      Elimina
  5. Ho letto il libro della Pagnini: è un testo di "storia" raramente accattivante. Dovrebbe essere proposto come libro di lettura nelle scuole medie superiori da far leggere in parallelo ai testi ufficiali, per cercare di fare amare di più la storia agli studenti che da sempre si sono visti appioppare dei mattoni decisamente pedanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è vero!
      E' scorrevole, gradevole e divertente.
      E ricco di info.

      Grazie per il commento.
      A presto!

      Elimina

Ti potrebbe interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...